Nessun commento

Le locazioni al tempo del Coronavirus

Di seguito qualche chiarimento in merito al destino delle locazioni ai tempi del Coronavirus, in un momento delicato come quello che stiamo vivendo.

A seguito delle misure di contenimento del virus vi è stata una conseguente inevitabile riduzione se non completa sospensione dell’attività lavorativa con delle ripercussioni dal punto di vista economico.

Come il Decreto del Governo viene incontro ai conduttori per ristorare il costo sostenuto per i canoni in un momento di riduzione dell’attività lavorativa e dunque di contrazione delle entrate delle attività commerciali e come l’Ordinamento risponde alle mutate esigenze di inquilini e proprietari in caso di mutate circostanze rispetto a quando si è sottoscritto il contratto.

Vediamo insieme.

Da un lato viene concessa l’agevolazione di un credito di imposta per negozi e botteghe nella misura del 60% del canone pattuito per il mese di marzo 2020. Beneficiari dell’agevolazione sono solo gli immobili di categoria C1 (negozi e botteghe), restando escluse tutte le altre categorie, fossero anche adibite alla produzione o al commercio, come per esempio gli immobili di categoria D/8. Presupposto per accedere al beneficio è aver corrisposto il canone, andando proprio a ristorare un costo sostenuto dal conduttore.

D’altra parte è possibile trovare un accordo tra le parti per la riduzione del canone concordato in sede di stipula del contratto originario di locazione, attraverso una scrittura modificativa. Questa deve indicare nel testo il riferimento al contratto originario, i dati delle parti, il canone originario, quello nuovo ridotto e la durata della riduzione, sottoscrizione e data.

La riduzione del canone può riguardare tutti i tipi di locazione, indipendentemente dalla loro natura abitativa o commerciale, della durata o del regime fiscale.

L’accordo andrà registrato in Agenzia delle Entrate affinché sulla base di questo venga ridotta la base imponibile su cui verranno applicate le relative imposte.

La registrazione avviene mediante compilazione e trasmissione del testo dell’accordo corredato dai documenti di identità delle parti e del modello 69 scaricabile dal sito dell’AdE.

Nulla dovrà essere comunicato al momento del ripristino delle originarie condizioni contrattuali.

Buona visione!

 

🌃 Qualche chiarimento sulle locazioni al tempo del coronavirus 🏙

Pubblicato da Immobylstudio su Lunedì 6 aprile 2020